Floriterapia descrizione

E’ l’utilizzo dei fiori raccolti spontaneamente e macerati in acqua per alcune ore al sole di mezzogiorno.
La floriterapia tiene conto dell’individuo nella sua globalità e per la sua unicità. Non importa quale sia il sintomo che si presenta, ma come l’individuo si rapporta al sintomo.
La floriterapia non combatte la malattia, ma sviluppa le qualità che ci permettono di superarla.

LA FLORITERAPIA, cenni di storia ed evoluzione

La Floriterapia nasce negli Anni Trenta grazie al Dott. Edward Bach.
E’ un metodo di terapia vibrazionale che traspone nelle Essenze l’energia dei Fiori.
Si rivela pertanto essere un metodo semplice, sicuro e senza effetti collaterali.
Il floriterapeuta segue il paziente nel suo percorso individuale a vari livelli, ma questo metodo si presta molto bene anche alla pratica di persone autodidatte, attente e sensibili.
La Floriterapia britannica originaria, costituita da 38 fiori, si è diffusa negli anni in tutto il mondo, connotando un metodo ben preciso e sperimentato di produzione delle essenze.
Man mano si sono delineate tipologie di fiori diverse, caratterizzate da condizioni ambientali peculiari, latitudini e territorio, che hanno dato vita ad una vasta gamma di essenze utili alle più disparate applicazioni.
Ogni habitat offre spunti di ricerca per la produzione di nuove essenze.
Ma i rimedi vibrazionali oggigiorno non sono più limitati ai fiori, colgono, bensì, la vibrazione di gemme e cristalli oppure ne derivano la fonte da ambienti o condizioni particolari, talvolta uniche ed irripetibili.
La nuova scienza di frontiera ci ha spiegato che tutto è vibrazione, possiede una frequenza ed è pertanto risintonizzabile, se deviata.
Le Essenze floriterapiche fungono da diapason vibrazionale che entra in risonanza con il nostro sistema sottile e lo accorda, permettendoci così di ritrovare il nostro benessere a tutti i livelli del nostro corpo.
La Floriterapia si diffonde ogni giorno sempre di più, non è più alla stregua di terapia alternativa di nicchia. Essa è finalmente stata acquisita dal grande pubblico, apprezzata per la sua efficacia e mancanza di effetti collaterali.
L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha riconosciuto ed annoverato la Floriterapia come metodo di cura complementare nel 1976.

1–12 di 180 risultati