AESCULUS OROVITA

14.00

Descrizione

OROVITA AESCULUS

VASO COSTRITTORE

FAMIGLIA: Ippocastanacee.

COMPOSIZIONE: Acqua 90%, Ippocastano (Aesculus hippocastanum L.) foglie 10%

COMPONENTI PRINCIPALI: tannino, saponine, bioflavonoidi curarine.

OLIGOELEMENTI: Mn 2,4 mg/L, Li 0,34 mg/L, Co 0,03 mg/L, Cu 6,86 mg/L.

PROPRIETA’: vaso costrittore, tonico venoso, fluidificante sanguigno, astringente.

INDICAZIONI: sindrome varicosa, stasi venosa periferica, varici, varicosità, emorroidi,

tromboflebiti, stasi pelvica con varicocele, prostatismo, varici pelviche, geloni, acrocianosi.

Fragilità capillare.

MENTALE: pensieri cristallizzati

EMOZIONALE: paura di avanzare nella vita

SEGNO ZODIACALE: Acquario ?

SIMBOLOGIA PLANETARIA: Luna

CLASSIFICAZIONE ENERGETICA: Sal.

ELEMENTO: Acqua – Terra.

MODO D’USO: da 21 a 33 gocce 3 volte al giorno, consiglio ore 5, 12 e 24. Per un’azione più

profonda (di tipo energetico), la dose è da 3 gocce a 12 gocce 1 o più volte al dì per via

sublinguale.

ASSOCIAZIONI PIU’ FREQUENTI: Orovita SOLIDAGO in caso di stasi linfatica; OLIO DI S.

GIOVANNI (uso esterno) per emorroidi; sinergici: SEPTEMVEN, PIROPUS.

ETIMOLOGIA – Tale nome, Aesculus Hippocastanum gli viene attribuito per la capacità dei suoi

frutti, di guarire i cavalli dai problemi venosi, soprattutto dalle varici, a cui sono soggetti questi

animali quando rimangono sotto sforzo per parecchio tempo. I Latini, molto attenti ai problemi

militari, nelle lunghe campagne belliche, risolvevano il disturbo del cavallo, attraverso la

somministrazione del frutto.

NOTE: Secondo una antica credenza popolare il seme di Ippocastano si poneva sotto il guanciale

degli ammalati di febbri perniciose per affrettarne la guarigione. Lo stesso era dato agli ammalati

di emorroidi. Ancora oggi è usanza tenerlo in tasca contro il raffreddore.

Pare inoltre che i greci dell’antichità avessero l’abitudine di allevare i cavalli da corsa nutrendoli

con i frutti dell’ippocastano, anche noto come castagno d’India. Il motivo è semplice: le sostanze

contenute nell’ippocastano tra cui i bioflavonoidi e la saponina, sono infatti utilissime alla

circolazione degli arti. Secondo Dioscoride, medico greco del I secolo d.C., originario della Cilicia

nell’odierna Turchia, i cavalli greci allevati con queste castagne avevano andature velocissime,

membra forti ed eccezionale resistenza fisica.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “AESCULUS OROVITA”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *