Blocco

Categorie: ,

Descrizione

Blocco

Applicare sulla zona di blocco  i CEROTTI NODOL, lasciarli oltre le 24 ore se non è disturbata la pelle

e prendere 2 capsule di NODOL CAPSULE

massaggiare l’incavo del piede con estratto di arnica

Sfiammare  l’intestino ALOE E MIRTILLO  E FERMENTAL

 

Il blocco alla schiena viene spesso definito come “colpo della strega”

Un “colpo di strega” non è sempre solo una questione di muscolatura: le componenti articolari vertebrali e sacro-iliache e gli ammortizzatori, i dischi intervertebrali cartilaginosi interposti tra i corpi vertebrali possono essere altrettanto la causa. Degenerazioni artrosiche e discali sono le condizioni contribuenti più frequenti. Nella persona anziana un crollo vertebrale dovuto ad osteoporosi potrà essere la causa di un blocco lombare del tipo “colpo di strega”. In questa categoria di pazienti la radiografia diagnostica è di massima importanza. La cura si adegua alla causa, cioè nel caso di frattura vertebrale è il corsetto lombare immobilizzante.

“Il colpo della strega” viene causato anche da cadute o da sforzi nel sollevare pesi che interessano l’apparato discale e ligamentoso. Alle persone che devono per forza sollevare pesi, si consiglia di piegare le ginocchia e di alzare il peso con le gambe, portando la colonna vertebrale diritta nella posizione eretta, nella quale la distribuzione del peso sui dischi intervertebrali viene caricato in modo ottimale.

La cura adeguata nel caso di una lombalgia è prima di tutto il riposo. Qualche volta è consigliabile alzare le gambe mettendo un rotolo di spugna sotto le ginocchia. Nel riposo è indicato l’applicazione d’impacchi freddi d’argilla limitatamente per 1 ora alla volta. In alternativa il sacchetto di ghiaccio o il contenitore con gel congelato potranno essere usati come misura antiflogistica. Se la schiena non è abbastanza forte per portare la persona, un corsetto semirigido o una semplice benda elastica avvolta intorno alla vita, aiuteranno

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Blocco”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.