ECHINACEA OROVITA

15.00

Descrizione

OROVITA ECHINACEA

STIMOLANTE IMMUNITARIO

FAMIGLIA : Compositae

COMPOSIZIONE: Acqua 90%, Echinacea (Echinacea angustifolia) radice 10%

COMPONENTI PRINCIPALI: resina, inulina, glucosio, levulosio, olio etereo, acido fenolico

OLIGOELEMENTI: Bi 0,1 mg/L Li 0,2 mg/L K 201 mg/L

PROPRIETA’: antinfiammatorio generale, rinforza l’apparato immunitario, antisettico,

cicatrizzante, calmante degli ascessi, tonifica e rinforza le vie respiratorie. Attiva i monociti, i

linfociti T, protegge e sostiene l’acido ialuronico, contrastando l’enzima jaluronidasi.

INDICAZIONI: stati influenzali, raffreddori, malattie da raffreddamento, depressione

immunitaria, adeniti, stati settici e patologie infettive accompagnate da febbre.

MENTALE: confusione mentale, perdita della concentrazione

EMOZIONALE: sensazione di inferiorità, sottomissione, dare a discapito di se stessi

SEGNO ZODIACALE : Ariete

SIMBOLOGIA PLANETARIA: Marte

CLASSIFICAZIONE ENERGETICA: Sulphur

ELEMENTO: Fuoco – Terra

MODO D’USO: da 21 a 33 gocce 4-6 volte al giorno, consiglio ogni 4 ore. Per un’azione più

profonda (di tipo energetico) la dose è da 12 gocce a 3 gocce 1 o più volte al dì per via

sublinguale.

ASSOCIAZIONI PIU’ FREQUENTI: HYDROMIELE come energetico; Rugiada TIMO antibatterico;

SEPTEMINFLUO per stati influenzali;   per il mal di gola; sinergico:

SEPTEMIMMUN; EUCALIPTO per tosse e catarro; SEPTEMTOSS  per tosse secca.

ETIMOLOGIA – Questa fu una delle prime piante, che dall’America del nord, arrivò in Europa, da

prima come prettamente ornamentale (fine 500), poi attraverso i medici spagnoli, entrò, a buon

diritto, negli erbari degli speziali.

Gli europei, notarono l’uso che i pellerossa facevano di questo vegetale e ne valutarono gli effetti

eccellenti che aveva, su gli organismi debilitati ed incapaci di difendersi da soli. Paracelso stesso,

ne fu entusiasta e la sperimentò più volte per il suo apporto validissimo nel rinforzare le energie

che scemavano, ovvero incrementare le difese immunologiche, per potere superare convalescenze

difficili o attacchi di malattie infettive.

Tradizionalmente l’Echinacea è stata utilizzata dalle tribù Plains come ‘un rimedio per più malattie

di ogni altra pianta’. I Comanches usavano le radici per mal di denti e mal di gola, i Sioux per la

rabbia, i morsi di serpente e condizioni di sepsi. Era anche utilizzata per trattare convulsioni,

crampi di stomaco, adenopatie, eczema e ulcerazioni. L’Echinacea è l’immunostimolante più

importante nella fitoterapia occidentale. Usata dagli Indiani d’America contro le morsicature dei

serpenti, le febbri e le ferite difficili da guarire, deve il suo nome alla brattea rigida e acuminata

denominata “echinos”, dal greco riccio, che protegge i suoi splendidi fiori rosa.

Secondo l’Astrologia Medica, il glifo dell’Ariete è paragonabile alla forma degli anticorpi, in

perfetta analogia con l’azione immunostimolante di questa pianta.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “ECHINACEA OROVITA”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.