ROSMARINO – ROSMARINUS OFFICINALIS

8.00

Descrizione

ROSMARINO – ROSMARINUS OFFICINALIS

Famiglia: Lamiaceae (Labiatae)
Pianta officinale, alimentare
Parte utilizzata: foglie, fiori

PRINCIPI ATTIVI
Olio essenziale 1,5-2,5 %: cineolo, canfora, alfa-pinene, borneolo libero ed esterificato, limonene ecc..; flavonoidi: apigenina, luteolina, diosmetina ecc.; diterpeni: picrosalvina, rosmanolo; triterpeni: betulina, ac. ursolico, ac. oleanolico; acidi fenolici: ac. rosmarinico, ac. labiatico, ac. clorogenico, ac. caffeico.

PROPRIETA’’
Antispasmodiche coleretiche, antiossidanti che le rendono utili nel trattamento delle turbe digestive e per facilitare le funzioni di eliminazione renale e intestinale (drenante). Esercitano un’azione neurotonica e riequilibrante regolarizzando lo stato epatodigestivo (regolano l’attività della flora batterica simbionte) e disintossicando l’ organismo. L’azione coleretica è stata confermata dalla sperimentazione su animali, allo stesso modo è stata confermata l’attività diuretica. Le proprietà antiossidanti sono dovute all’ac. rosmarinico e soprattutto ai diterpeni per i quali è stata valutata l’efficacia in diversi modelli sperimentali. Essi svolgono anche attività colecistocinetiche e inibitrici della sintesi di prostanoidi e quindi antinfiammatorie. L’azione antispasmodica è dovuta all’olio essenziale.
Si ha inoltre lo stimolo dell’attività della corteccia surrenale.

INDICAZIONI
Colecistopatie e discinesie delle vie biliari, piccola insufficienza epatica, litiasi biliare, senescenza precoce femminile, andropausa e astenia sessuale maschile, ipotensione, allergie croniche con intossicazione dell’organismo.

NOTE
A dosaggi molto elevati si possono manifestare disturbi gastrointestinali e alle vie urinarie. Per l’azione emmenagoga ne viene sconsigliato l’uso in gravidanza.

O.E. di ROSMARINO ( Rosmarinus officinalis – foglie ) ml12

Proprietà e benefici dell’olio essenziale di rosmarino

Stimolante, sul sistema nervoso se inalato, dona energia, favorisce la concentrazione e migliora la memoria, soprattutto durante periodi di forte pressione per le attività intellettuali. Se usato al mattino svolge un’azione tonificante generale; scioglie e stimola le nostre componenti emozionali, infonde coraggio, rinforza lavolontà. Vero e proprio nemico delle illusioni ci insegna a guardare lontano ed a percepire chiaramente le sfumature della vita.

Cardiotonico, questa essenza incide marcatamente sul cuore, per questa ragione è indicato in caso di asteniapressione bassa, debolezza e stanchezza, anche mentale.

Depurativo, 2-3 gocce in mezzo cucchiaino di miele, stimola ildrenaggio biliare e la digestione, smuove scorie e scioglie ristagni dall’organismo sostenendo l’attività disintossicante del fegato.

Anticellulite, viene impiegato come ingrediente nei prodotti cosmetici e nei fanghi contro la cellulite o l’adiposità localizzata, in virtù dell’azione lipolitica (scioglie i grassi), stimolante della circolazione periferica e drenante sul sistema linfatico.

Antinfiammatorio, se massaggiato localmente diluito in olio di mandorle dolci, attenua i dolori articolari e muscolari, scioglie l’acido urico e i cristalli che induriscono i tessuti epidermici formando edemigonfiori e ritenzione idrica.

Astringente, sulla pelle ha un effetto tonicoantisettico epurificante. È utile nella cura dell’acne e delle macchie scurecutanee. Per queste proprietà viene impiegato anche come ingrediente In lozioni e shampoo per capelli grassi, con forfora e per contrastarne la caduta, in quanto stimola la circolazione, favorisce l’ossigenazione dei tessuti e la ricrescita dei capelli.

Parte utilizzata

Foglie, sommità fiorite, rametti

Metodo di estrazione

Distillazione in corrente di vapore

Nota dell’olio essenziale di rosmarino

Nota di base, profumo legnoso, balsamico, canforato.

Consigli pratici e uso dell’olio essenziale di rosmarino

Diffusione ambientale: 1 gc di olio essenziale di rosmarino, per ogni mq dell’ambiente in cui si diffonde, mediante bruciatore di olii essenziali o nell’acqua degli umidificatori dei termosifoni per rinfrescare e deodorare l’aria e favorire la concentrazione.

Olio anticellulite: Diluire al 5 – 10 gocce in olio 100 ml di olio di mandorle dolci e frizionare, cellulite ritenzione idrica, cattiva circolazione grasso localizzato su cosce e glutei.

Bagno tonificante: diluire in una vasca d’acqua 10-15 gocce d’essenza, per  ritrovare la calma e neutralizzare la tensione, combattere lo stress e in presenza di reumatismi, dolori muscolari,artrite, contusioni e sciatica.

Shampoo anticaduta: versare qualche goccia in uno shampoo neutro e procedere con il lavaggio in caso capelli debolifragili,grassi e con forforaalopecia. Al termine, sui capelli umidi, poche gocce frizionate sul cuoio capelluto si riveleranno un toccasana.

Controindicazioni

L’olio essenziale di rosmarino non è irritante, ma va sempre utilizzato diluito, e non per lunghi periodi. Fare attenzione alle quantità perché in dosi elevate nell’uso interno può risultare tossico. Controindicato in gravidanza, nei soggetti epilettici e per i bambini.

Cenni storici

Il suo nome deriva dalle parole latine rosa maris che significanorosa del mare, forse per via del fatto che cresce spontaneamente sulle coste.

Gli Egizi conoscevano gli effetti battericidi e antisettici di questa essenza e la impiegavano nelle tombe.

Anche in Grecia i suoi rametti venivano bruciati nei templi al posto del prezioso incenso arabo.

Gli Antichi Romani erano soliti coltivare il rosmarino sulle tombe, come simbolo di immortalità. Ovidio nelle Metamorfosi racconta che la pianta fu il risulatato della trasformazione della principessa Leucotoe, ad opera del dio del sole, Apollo,  che si innamorò di questa splendida fanciulla, figlia del re di Persia, e la sedusse. Il padre punì la debolezza della figlia con la morte ed i raggi del sole sulla sua tomba trasformarono il corpo nella pianta aromatica.

Da sempre si conoscono le sue proprietà curative e culinarie, in molti scritti, fra i quali alcuni di Dioscoride, si ritrova come rimedio per il fegato, il cervello ed il cuore. Nel Medioevo, un editto di Carlo Magno dell’812 obbligava i contadini a coltivare negli orti una pianta di rosmarino, il cui profumo si riteneva contenesse l’anima della terra; mentre nella tradizione popolare si utilizzava contro le peste e le malattie infettive.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “ROSMARINO – ROSMARINUS OFFICINALIS”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Nota bene

Le piante, i loro estratti e più in generale i prodotti erboristici e gli integratori alimentari non sono medicinali ne prodotti curativi e pertanto ad essi non vengono riconosciute dalla legge proprietà terapeutiche o capacità di cura delle malattie umane. Per tale ragione tutte le notizie e le informazioni qui riportate, in particolare quelle riguardanti dosaggi, posologie, descrizioni e relative proprietà attribuiti ai prodotti, non sono consigli medici ma bensì hanno unicamente finalità divulgativa e informativa di tipo culturale, botanico, storico o salutistico e sono riferite alla bibliografia qui riportata. Tali informazioni non necessariamente traggono origine da dati scientifici clinicamente dimostrati, ma posso provenire anche solamente dall’uso erboristico tradizionale o da ricerche empiriche non confermate scientificamente, senza un’adeguata verifica della corrispondenza tra gli studi su singole piante o ingredienti e le reali attività degli stessi sull’uomo. Per questi motivi le informazioni qui riportate non possono sostituire in nessun caso il parere del medico o di altri operatori sanitari legalmente abilitati alla professione, non devono essere utilizzate per assumere decisioni riguardanti la propria salute, eventuali terapie mediche o assunzione di medicinali. Gli integratori non sostituiscono in nessun caso una dieta equilibrata ed uno stile di vita sano e controllato. In caso di sensibilità o allergie a specifici ingredienti è indispensabile richiederci previamente all’acquisto, tramite e-mail, conferma degli ingredienti o dell’INCI riportato sul sito per sincerarsi che non vi siano state modifiche successive, non ancora aggiornate. In caso di disturbi, patologie o allergie consultate sempre prima il vostro medico curante.