TIMO – THYMUS VULGARIS

7.50

Descrizione

TIMO – THYMUS VULGARIS

Famiglia: Lamiaceae (Labiatae)
Pianta officinale
Parte utilizzata: Parte aerea fiorita

PRINCIPI ATTIVI
Olio essenziale contenente soprattutto timolo e carvacrolo, flavonoidi, acidi triterpenici, saponine ad attività antibiotica, tannino, litio.

PROPRIETA’’
I componenti principali del fitocomplesso di Timo sono il suo olio essenziale, variabile a seconda della varietà botanica raccolta, tannini e flavonoidi..
Di gran lunga più importanti sono due componenti dell’olio essenziale, il timolo e il carvacrolo, entrambi in causa nelle azioni principali del timo: l’azione antibatterica-antifungina e l’azione espettorante.

INDICAZIONI
Bronchiti acute e croniche, tossi secche, tossi asmatiche, influenze, pertosse, dispepsie, insufficienza biliare, meteorismo, parassiti intestinali, diarree, stati astenici

olio essenziale di timo  Ml 12 Durga

Proprietà e benefici

Tonificante del sistema nervoso, se inalato, svolge un’azione stimolante e ricostituente. Risulta utile in caso di stanchezzafisica e mentale, mal di testaasteniaMigliora la memoria e l’attività cerebrale, contrastando insonnia e depressione.

Antibiotico: è uno dei rimedi più potenti contro le infezioni batteriche che colpiscono le vie urinarie, il sistema respiratorio e l’intestino, provocate da batteri proteus mirabilis, enterococchi, stafilococchi, streptococchi, pneumococchi, alcaiescens dispar,  neisseria, corinebatteri, in presenza di candidosicistiteenterocolite, leucorrea.

Balsamico aiuta a fluidificare ed espettorare il catarro da bronchi e polmoni, sfiamma le congestioni del cavo orale, della gola, delle mucose polmonari, e nasali. Per queste proprietà risulta essere uno dei rimedi elettivi contro tossebronchite, pertosse, otite,sinusiteraffreddore, e nelle malattie da raffreddamento.

Antinfiammatorio, per uso esterno, grazie all’azione analgesica, può essere massaggiato in caso di dolori reumaticiartrite,  contusioni, distorsioni e strappi muscolari.

Antiparassitario elimina parassiti di vario tipo, che affliggono lapelle (scabbia, pidocchi ecc.) e che provocano dermatiti, su cui svolge anche un’azione cicatrizzante, e quelli intestinali (tenia).

Parte utilizzata

Sommità fiorite

Nota dell’olio essenziale di timo rosso

Nota di base, odore caldo, pungente, intenso, balsamico, fortemente aromatico

Metodo di estrazione

Distillazione in corrente di vapore

Consigli pratici e uso dell’olio essenziale di timo rosso

Diffusione ambientale: 1 gc per ogni mq dell’ambiente in cui si diffonde, mediante bruciatore di olii essenziali o umidificatore dei termosifoi, aiuta a purificare l’aria ed evitare il rischio di contagio nelle stanze di persone malate.

Olio per Massaggi: diluire 10 gocce in 100 ml. di olio di mandorle dolci e frizionare in caso di lombaggini contusioni; ematomi; dolori e strappi muscolari. Massaggiare la parte dolorante fino a completo assorbimento per usufruire dell’azione antidolorifica, oppure per tonificare i muscoli, prima o dopo l’attività fisica.

Suffumigi: in una bacinella di’acqua bollente mettete 6 gocce diolio essenziale di timo. Coprite il capo con un asciugamano e inspirate col naso a bocca chiusa, interrompendo di tanto in tanto, finché l’acqua non sprigionerà più vapore, in presenza di sinusite, raffreddore, tosse

 

Controindicazioni

Esistono due olii essenziali di timo. Il primo, è un liquido rosso (timo rosso – Thymus vulgaris) con odore caldo eintenso, non deve essere usato in gravidanza e da chi soffre dipressione altaepilessiaipertiroidismo. Il secondo, di colore chiaro (timo bianco – Thymus serpyllum) e profumo fresco edelicato, è spesso adulterato con il pinene, che lo rende altamente irritante. Per questa ragione è consigliabile acquistare le essenze pure al 100%.

Cenni storici

Il nome della pianta deriva dal termine greco thymos, o thumòs, che significa “coraggio”.

Gli Egizi già conoscevano la sua potente attività antibiotica, tanto da utilizzarlo, come ingrediente, nella pratica imbalsamatoria, per arrestare il processo di putrefazione dei tessutii.

Si trovano tracce delle sua conoscenza negli scritti di Ippocrate eDioscoroide, in quanto era usato dai Greci per fare delle fumigazioni per scongiurare il contagio di malattie infettive.

I filosofi dell’antica Roma erano soliti bere un infuso di timo prima di dedicarsi ai loro studi, in quanto credevano che tonificasse la mente e favorisse la concentrazione e la determinazione.

Nel Medioevo, i medici della Scuola di Salerno consigliavano allepersone depresse di respirare direttamente dalla pianta il profumo del timo.

Nella tradizione popolare, il timo è utilizzato, oltre che comespezia, nel trattamento delle nelle infezioni respiratorie e urinarie, soprattutto per tosse e cistite, e per queste proprietà, lo si trova denominato come “l’antibiotico dei poveri”. I Greci solevano fare delle fumigazioni per combattere le malattie infettive.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “TIMO – THYMUS VULGARIS”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Nota bene

Le piante, i loro estratti e più in generale i prodotti erboristici e gli integratori alimentari non sono medicinali ne prodotti curativi e pertanto ad essi non vengono riconosciute dalla legge proprietà terapeutiche o capacità di cura delle malattie umane. Per tale ragione tutte le notizie e le informazioni qui riportate, in particolare quelle riguardanti dosaggi, posologie, descrizioni e relative proprietà attribuiti ai prodotti, non sono consigli medici ma bensì hanno unicamente finalità divulgativa e informativa di tipo culturale, botanico, storico o salutistico e sono riferite alla bibliografia qui riportata. Tali informazioni non necessariamente traggono origine da dati scientifici clinicamente dimostrati, ma posso provenire anche solamente dall’uso erboristico tradizionale o da ricerche empiriche non confermate scientificamente, senza un’adeguata verifica della corrispondenza tra gli studi su singole piante o ingredienti e le reali attività degli stessi sull’uomo. Per questi motivi le informazioni qui riportate non possono sostituire in nessun caso il parere del medico o di altri operatori sanitari legalmente abilitati alla professione, non devono essere utilizzate per assumere decisioni riguardanti la propria salute, eventuali terapie mediche o assunzione di medicinali. Gli integratori non sostituiscono in nessun caso una dieta equilibrata ed uno stile di vita sano e controllato. In caso di sensibilità o allergie a specifici ingredienti è indispensabile richiederci previamente all’acquisto, tramite e-mail, conferma degli ingredienti o dell’INCI riportato sul sito per sincerarsi che non vi siano state modifiche successive, non ancora aggiornate. In caso di disturbi, patologie o allergie consultate sempre prima il vostro medico curante.