POTENTILLA OROVITA

16.00

Descrizione

OROVITA POTENTILLA

PROPRIETA’ la Potentilla erecta è in grado di contrastare i disturbi legati al ciclo e donare una sensazione di benessere a tutto l’organismo. Utile in caso di Emicrania muscolo/tensiva

FAMIGLIA: Rosaceae

COMPOSIZIONE: Acqua 90%, Potentilla erecta L. (radice) 10%

COMPONENTI PRINCIPALI: catechina, tormentolo, tannini, acido chinovico

OLIGOELEMENTI: Zn 11,4 mg/L, Mg 84,2 mg/L, Cu 0,12 mg/L, K 210 mg/L, Li 0,04 mg/L, Fe 3

mg/L.

PROPRIETA’: astringente, cicatrizzante, emostatico, antidiarroico, antiputrido, antinfiammatorio,

antimicrobico.

INDICAZIONI: enteriti, diarree, dissenteria, nefriti, incontinenza urinaria, leucorrea.

MENTALE: pensieri autodistruttivi

EMOZIONALE: rifiuto di se stessi

SEGNO ZODIACALE : Vergine

SIMBOLOGIA PLANETARIA: Mercurio – Sole

CLASSIFICAZIONE ENERGETICA: Sal

ELEMENTO : Fuoco Terra

MODO D’USO: da 21 a 33 gocce 2-4 volte al giorno, consiglio ore 6, 12, 18 e 24. Per un’azione

più profonda (di tipo energetico) la dose è da 12 gocce a 3 gocce 1 o più volte al dì per via

sublinguale.

Rugiada TIMO antibatterico;

ETIMOLOGIA – Dal latino classico Potens-entis=potente, capace di fare qualcosa, ebbene questa

pianta, ha la capacità di fermare i flussi acquosi che l’organismo malato, emette e ripristina

quindi, l’equilibrio. Questa forza, non è cosa da poco, poiché combatte una serie di effetti di

origine Merkuriale e noi conosciamo l’Energia micidiale di questo Principio, la sua potenza

temibile, di cui i Filosofi ci hanno parlato con rispetto; perciò fu dato questo nome alla Potentilla,

in quanto si riconobbe in essa, un argine al dilagare delle “acque malefiche” come le chiamava il

“Trattato dei cinque sensi.

Il nome Potentilla è di origine latina ed è composto dalla radice “potentia”, cioè potenza e forza, e

dalla desinenza “illa”, che è un diminutivo; letteralmente, dunque, significa grande forza in un

piccolo fiore. Il significato simbolico attribuito alla potentilla è quello dell’amore materno; pare,

infatti, che, quando piove, le foglie si racchiudano sopra il fiore come per proteggerlo. Da sempre,

inotre, alla potentilla sono assegnate proprietà medicinali.

Gli estratti di radice di tormentilla sono ricchi di tannini. Questi costituenti naturali delle piante

hanno azione astringente, cioè stimolano la contrazione dei tessuti umani: è per questo che questa

pianta viene impiegata nella medicina popolare come rimedio antidiarroico ed emostatico.

Gli estratti di tormentilla hanno anche un effetto antibatterico e sono pertanto utili nell’igiene

orale, per la cura di leggere infiammazioni della bocca e della gola, per il mal di denti e per i

disordini gastro-intestinali.

Nella medicina popolare la tormentilla viene usata per sciacqui e gargarismi in caso di

infiammazione della bocca e della gola e, per le sue proprietà cicatrizzanti, in caso di ferite che

stentano a rimarginarsi, scottature, principio di congelamento e emorroidi.

Tinture o estratti di tormentilla vengono aggiunti ai prodotti per l’igiene orale, ai saponi da bagno,

alle creme per i pori dilatati, alle lozioni dopo-barba, ai deodoranti e a tanti altri prodotti per la

cura-della-persona.

La parola “tormentilla” deriva dal latino tormentina, che significa crampi intestinali o coliche e

l’uso della sua radice per alleviare questi sintomi risale indietro nel tempo. Il termine botanico

“Potentilla erecta” si riferisce letteralmente a un organismo potente ed eretto.

Le proprietà astringenti e antibatteriche della tormentilla sono conosciute fin dall’antichità. Una

leggenda racconta che durante l’epidemia di peste in Germania nel 14° secolo, una voce celestiale

attirò l’attenzione delle persone su questa pianta dagli straordinari poteri curativi.

Il prete erborista Johann Künzle scriveva nel 1911: “Fare gargarismi per 8 giorni con un infuso di

tormentilla e acqua molto calda aiuta i denti traballanti a riacquistare fermezza”

La sua radice si presenta di un colore giallastro, ma quando viene tagliata diventa

immediatamente di colore rosso sangue. Uno dei suoi sinonimi in tedesco è infatti “Blutwurz” e in

inglese “Bloodroot”: radice di sangue. La tintura rossa estratta dalla radice viene usata per

fabbricare l’inchiostro rosso.

 

La Bibbia abbonda di citazioni sull’olivo ed il suo olio: dalla Genesi apprendiamo che la seconda

colomba mandata da Noè dopo il diluvio universale tornò con un ramoscello di olivo nel becco,

segno evidente che l’acqua si era ritirata da una zona olivetata, localizzabile sul monte Ararat,

nella Turchia orientale.Ne parla Mosè nel Deuteronomio e Samuele nel libro primo; citano gli

olivi e gli oliveti i profeti Gioele, Amos, Miscea e Ezechiele. Nel Levitico, Iddio parla a Mosè

ordinandogli di curare i lebbrosi con l’olio di oliva Re Salomone pagò i carpentieri di Tiro che

avevano lavorato al tempio di Gerusalemme con 20 mila misure di olio di oliva.

L’olivo è stato da sempre considerato una pianta sacra; dalla identificazione dell’olio di oliva con lo

‘Spirito di Dio’ nasce l’unzione regale e sacerdotale; infatti la religione cristiana, proprio

riferendosi all’olivo e al suo olio, citati nei Vangeli, estese il dono dell’olio benedetto a tutta la

comunità dei credenti.

L’olio di oliva benedetto serve per il battesimo e per la consacrazione dei sacerdoti, per offrire

l’estrema unzione ai morenti ed infine, con l’olio di oliva si segna la fronte dei soldati di Cristo.

Giorno di pace è quello delle palme; l’olivo benedetto viene scambiato come segno di pace e viene

collocato a capo del letto o vicino al crocifisso. La lampada ad olio, permanentemente accesa

vicino al Tabernacolo, testimonia della presenza del Corpo di Gesù Cristo.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “POTENTILLA OROVITA”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Nota bene

Le piante, i loro estratti e più in generale i prodotti erboristici e gli integratori alimentari non sono medicinali ne prodotti curativi e pertanto ad essi non vengono riconosciute dalla legge proprietà terapeutiche o capacità di cura delle malattie umane. Per tale ragione tutte le notizie e le informazioni qui riportate, in particolare quelle riguardanti dosaggi, posologie, descrizioni e relative proprietà attribuiti ai prodotti, non sono consigli medici ma bensì hanno unicamente finalità divulgativa e informativa di tipo culturale, botanico, storico o salutistico e sono riferite alla bibliografia qui riportata. Tali informazioni non necessariamente traggono origine da dati scientifici clinicamente dimostrati, ma posso provenire anche solamente dall’uso erboristico tradizionale o da ricerche empiriche non confermate scientificamente, senza un’adeguata verifica della corrispondenza tra gli studi su singole piante o ingredienti e le reali attività degli stessi sull’uomo. Per questi motivi le informazioni qui riportate non possono sostituire in nessun caso il parere del medico o di altri operatori sanitari legalmente abilitati alla professione, non devono essere utilizzate per assumere decisioni riguardanti la propria salute, eventuali terapie mediche o assunzione di medicinali. Gli integratori non sostituiscono in nessun caso una dieta equilibrata ed uno stile di vita sano e controllato. In caso di sensibilità o allergie a specifici ingredienti è indispensabile richiederci previamente all’acquisto, tramite e-mail, conferma degli ingredienti o dell’INCI riportato sul sito per sincerarsi che non vi siano state modifiche successive, non ancora aggiornate. In caso di disturbi, patologie o allergie consultate sempre prima il vostro medico curante.