RHODIOLA PLUS centofiori

15.30

Descrizione

RHODIOLA PLUS

100 op. – 300 mg/op. –
Rhodiola rosea ( radici ) estratto secco 300 mg (3% rosavin)
EFFETTO FISIOLOGICO: favorisce il tono fisico e dell’umore
Avvertenze: non eccedere la dose raccomandata per l’assunzione giornaliera. Il prodotto va utilizzato nell’ambito di una dieta variata ed equilibrata ed uno stile di vita sano. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni.

RHODIOLA ROSEA

Famiglia: Crassulaceae
Pianta officinale
Parte utilizzata: radice

PRINCIPI ATTIVI
Polifenoli 40 % ; fenilpropanoidi ( salidroside il più importante, rosavina, rodiolina, rosarina e rosina. I fenilpropanoidi sono sostanze organiche composte da un gruppo fenolico legato a una catena tricarbonilica, a questa classe appartengono i lignani, le cumarine ecc.

PROPRIETA’’
Studiosi russi hanno fatto studi comparati su tre gruppi che assumevano piante adattogene diverse: la rhodiola , il ginseng, l’eleuterococco. I risultati finali sono stati simili per i tre gruppi , ma la rhodiola agiva in tempi minori e con minore tossicità (quattro volte meno tossica del ginseng coreano) rispetto agli altri due. L’attività antistress della rhodiola sembra essere dovuta all’influenza sul sistema adrenergico, la cui stimolazione migliora la risposta agli stimoli esterni , con miglioramento delle attività metaboliche generali (fegato, muscoli, cuore), aiutando l’organismo ad adattarsi a situazioni potenzialmente pericolose. La rhodiola favorisce la produzione dell’ormone adrenocorticotropo (acth considerato ormone dello stress), da parte dell’ipotalamo. L’estratto di r. aumenta il trasporto di triptofano e 5- idrossitriptofano (5-htp), al cervello, ed esercita effetto inibitorio sul sistema monoamino-ossidasi, con un aumento di circa il 30 % della serotonina cerebrale; come risultato si ha un effetto antidepressivo, miglior capacità di concentrazione e mnemonica. L’aumento della serotonina è dovuto: all’aumento del 5-htp che è il principale precursore della serotonina; e inibendo gli enzimi monoamino-ossidasi(mao) e le catecol-o-metiltransferai ( comt) che la metabolizzano nel derivato inattivo. Con bassi livelli di serotonina le arteriole cerebrali tendono a dilatarsi e a distendersi, dando i sintomi tipici del mal di testa, la rhodiola può prevenirne l’insorgenza aumentando la serotonina cerebrale prevenendo la dilatazione delle arteriole. Inibendo il sistema mao-comt , la rhodiola determina un aumento dei livelli cerebrali di dopamina e può ritardare l’aggravarsi di patologie come il morbo di Parkinson. La rhodiola e in particolare la rosavina stimolano l’ attività dell’enzima Lipasi (diverso da quello pancreatico che serve per la digestione dei grassi ingeriti con la dieta) attivo nei tessuti adiposi; tale enzima idrolizza il legame estereo dei trigliceridi liberando gli acidi grassi, che sono le molecole che possono essere metabolizzate dall’organismo. In questo modo si ha la mobilizzazione e la riduzione dei grassi.In diversi studi è stata misurata la quantità di ac. grassi mobilizzati dopo l’assunzione di estratto di Rodiola e dopo diversi periodi di tempo ( 1 ora, 2 ore ecc.), sia a riposo e dopo un ora di moderata attività fisica. Le conclusioni sono: l’estratto mobilzizza gli ac. grassi, ma per avere un effetto significativo dopo l’assunzione bisogna svolgere una moderata attività fisica per almeno 45-60 minuti. Migliora il rapporto massa magra/massa grassa, aumenta i livelli di emoglobina, il numero degli eritrociti e riduce la formazione di ac. lattico e ac. urico. Vengono così favoriti i processi di costruzione del muscolo rispetto a quelli catabolici, aumentando la capacità di resistenza e le prestazioni. Studi recenti dimostrano una certa efficacia nei disturbi sessuali maschili come l’eiaculazione precoce e la difficoltà di erezione, i miglioramenti di questi disturbi si hanno dopo 2 – 3 mesi di assunzione (in Siberia era tradizionalmente usata in molti filtri d’amore).

INDICAZIONI
Stress fisico – emotivo, stanchezza muscolare, riabilitazioni muscolari, convalescenze, depressione, emicranie, disturbi sessuali maschili (eiaculazione precoce, difficoltà di erezione).

Rhodiola rosea più comunemente chiamata rodiola è una pianta erbacea dalle proprietà officinali originaria delle zone fredde e montuose della Siberia e del Tibet e presente inoltre nelle zone rocciose del Nord Europa e sulle Alpi; è alta sino a 70 cm ed è provvista di fiori di colore giallo (la più comune) dal tipico profumo di rosa. Gli aspetti più interessanti della pianta di rodiola sono la posologia, gli effetti benefici le sue proprietà e gli effetti collaterali ridotte

Le proprietà della rhodiolasono adattogene, immunostimolanti, miglioranti la performance fisica ed intellettuale

La Rodiola viene impiegata per aumentare le prestazioni fisiche e viene considerata una specie adattogena dotata di proprietà immunostimolanti. Le proprietà adattogene, tramite interventi aspecifici controllano e normalizzano le funzioni dell’organismo anche in presenza di manifestazioni patologiche. Risultano quindi particolarmente utili nelle situazioni legate allo stress ed al surmenage psico-fisico. La Rodiola è considerata un ottimo adattogeno superiore al Ginseng ed all’Eleuterococco. Recentemente, in uno studio clinico in doppio cieco, placebo controllato, somministrazioni di estratto standardizzato di Rodiola in 161 cadetti di 19-21 anni hanno indotto una maggiore resistenza alla fatica. Un’altra ricerca ha documentato l’effetto di un estratto standardizzato di rizoma di Rodiola(RRE) sulla performance mentale di 56 giovani medici sani durante il servizio notturno. I parametri testati per due settimane, prima e dopo il servizio, comprendevano la valutazione delle funzioni percettive e cognitive cerebrali, del pensiero associativo, della memoria a breve termine, dell’abilità di calcolo e di concentrazione. Un significativo miglioramento nelle prove fu osservato nel gruppo che aveva ricevuto una tavoletta giornaliera di RRE nei confronti del placebo, suggerendo che la Rodiola rosea possa ridurre la sensazione di fatica in soggetti sottoposti a condizioni stressanti senza manifestare effetti avversi. Uno studio clinico randomizzato ed in doppio cieco, condotto per 20 giorni su studenti stranieri sottoposti ad esami stressanti ha valutato gli effetti delle assunzioni di 50 mg di Rodiola per due volte al giorno sulla performance fisica e mentale. Le osservazioni oggettive e soggettive confermavano un miglioramento nella funzione psicomotoria e nelle prove sull’affaticamento mentale nei confronti del gruppo placebo. Una preparazione adattogena a base di estratto di Rodiola utilizzata per valutare lo stato psicoemozionale e la capacità di lavoro fisico ed intellettuale ha evidenziato un miglioramento nel lavoro veloergometrico ed un potenziamento nella sensibilità kinestesiometrica. L’assunzione inoltre ha rafforzato sensibilmente le condizioni generali dell’organismo diminuendo il livello di affaticamento psichico e la componente ansiosa. In uno studio su embrioni di chiocciola d’acqua dolce (Lymnaea stagnalis) l’estratto di Rodiola ha favorito un maggior adattamento nei confronti degli agenti stressori, migliorando in modo non-specifico la resistenza contro differenti condizioni stressanti. Lo studio indagò (14) inoltre se il meccanismo potenziante la resistenza stessa fosse associato con una induzione delle proteine heat-shock (hsps). Il fito-adattogeno non induceva la sintesi di hsps né modulava la loro normale sintesi indotta da shock da calore (43° C per 4 minuti). Diversi studi condotti nell’Europa dell’Est, avevano evidenziato l’efficacia della Rhodiola nel potenziare le facoltà mentali migliorando le capacità mnemoniche e di apprendimento. Tali proprietà sono probabilmente dovute agli effetti modulanti i livelli di noradrenalina e dopamina a livello cerebrale ad opera principalmente del salidroside e rosavin. Ricerche sovietiche ipotizzano una presunta efficacia nel migliorare la funzionalità sessuale e nel regolarizzare il ciclo mestruale in caso di amenorrea secondaria. In uno studio russo pazienti con eiaculazione precoce e disfunzioni erettili, somministrazioni di 150 mg/die di estratto secco di Rodiola per 90 giorni hanno indotto un miglioramento nella funzionalità sessuale con normalizzazione del liquido prostatico ed aumento di alcuni ormoni sessuali.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “RHODIOLA PLUS centofiori”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Nota bene

Le piante, i loro estratti e più in generale i prodotti erboristici e gli integratori alimentari non sono medicinali ne prodotti curativi e pertanto ad essi non vengono riconosciute dalla legge proprietà terapeutiche o capacità di cura delle malattie umane. Per tale ragione tutte le notizie e le informazioni qui riportate, in particolare quelle riguardanti dosaggi, posologie, descrizioni e relative proprietà attribuiti ai prodotti, non sono consigli medici ma bensì hanno unicamente finalità divulgativa e informativa di tipo culturale, botanico, storico o salutistico e sono riferite alla bibliografia qui riportata. Tali informazioni non necessariamente traggono origine da dati scientifici clinicamente dimostrati, ma posso provenire anche solamente dall’uso erboristico tradizionale o da ricerche empiriche non confermate scientificamente, senza un’adeguata verifica della corrispondenza tra gli studi su singole piante o ingredienti e le reali attività degli stessi sull’uomo. Per questi motivi le informazioni qui riportate non possono sostituire in nessun caso il parere del medico o di altri operatori sanitari legalmente abilitati alla professione, non devono essere utilizzate per assumere decisioni riguardanti la propria salute, eventuali terapie mediche o assunzione di medicinali. Gli integratori non sostituiscono in nessun caso una dieta equilibrata ed uno stile di vita sano e controllato. In caso di sensibilità o allergie a specifici ingredienti è indispensabile richiederci previamente all’acquisto, tramite e-mail, conferma degli ingredienti o dell’INCI riportato sul sito per sincerarsi che non vi siano state modifiche successive, non ancora aggiornate. In caso di disturbi, patologie o allergie consultate sempre prima il vostro medico curante.