SPIREA – SPIREA ULMARIA

13.00

Descrizione

SPIREA – SPIREA ULMARIA

Famiglia: Rosaceae
Pianta officinale
Parte utilizzata: sommità fiorite

PRINCIPI ATTIVI
Olio essenziale: salicilato di metile , aldeide salicilica, salicilato di etile; glicosidi fenolici: spireina, monotropina; flavoni: spireoside, rutina, iperoside; antociani, tannino pirogallico, cumarine in tracce, vit. C, ac. citrico.

PROPRIETA’’
Ha azione antinfiammatoria, antiaggregante piastrinica, antipiretica, antireumatica, diuretica dovute ai derivati salicilici. I flavonoidi hanno attivita’ antispasmodica e diuretica. Nella spirea non si ha l’azione ulcerogena tipica dei salicilati ma una riduzione degli spasmi gastrici e dei processi erosivi.

INDICAZIONI
Reumatismi articolari acuti, gotta, artrosi, iperuricemia, febbre, cellulite, obesità, ritenzione idrica.

Controindicazioni della spirea

L’assunzione della spirea è controindicata ai soggetti con ipersensibilità accertata all’acido-acetil-salicilico e a chi è in trattamento con cardioaspirina o anticoagulanti del sangue, per evitare un potenziamento dell’effetto dei farmaci.

 

SPIREA PLUS
100 op. – 350 mg/op. –
Spirea ulmaria ( sommità ) polvere 190 mg
Spirea ulmaria ( sommità ) estratto secco 160 mg (0,20% acido salicilico)
EFFETTO FISIOLOGICO: può favorire il benessere delle articolazioni ed il drenaggio dei liquidi corporei
Avvertenze: non eccedere la dose raccomandata per l’assunzione giornaliera. Il prodotto va utilizzato nell’ambito di una dieta variata ed equilibrata ed uno stile di vita sano. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni.

 

 

Proprietà della spirea

I fiori e le sommità fiorite della spirea sono usate in fitoterapia nel trattamento dei dolori articolari, gli stati febbrili e influenzali per effetto delle sue proprietà antinfiammatorie, diuretiche e antispasmodiche. Il suo fitocomplesoo contiene derivati salicilici(aldeide salicilica, salicilato di metile, salicilato di etile) ben conosciuti grazie all’acido acetilsalicilico, principio attivo dell’aspirina, flavonoidi, vitamina C, oli essenziali e sali minerali.

Considerata insieme al salice, il “salicilato vegetale“, la pianta svolge azione antinfiammatoriaanalgesica e antipiretica, perché inibisce la sintesi delle prostaglandine (PGE2), responsabili del dolore e del processo infiammatorio dei tessuti. Viene perciò utilizzata in caso di febbre e per alleviare gli stati dolorosi causati da artrosi, artrite reumatoide, dolori articolari, mal di testa, mal di denti, mal di schiena e cervicale.

Tuttavia a differenza dei farmaci antinfiammatori di sintesi, non presenta azione ulcerogena (gastrite, ulcera), effetto collaterale di questa categoria di farmaci. La presenza delle mucillagini, infatti, conferisce alla spirea un’azione protettiva per le mucose, in grado di ridurre gli spasmi e i processi erosivi delle pareti gastriche.

Studi recenti dimostrano le proprietà immunomodulanti della spirea, perché è capace sopprime svariate reazioni anomale dei nostri anticorpi che provocano la liberazione d’istamina e conseguenti attacchi del nostro stesso sistema immunitario, caratteristico delle malattie autoimmunitarie.

Per la presenza dei flavonoidi (quercetolo-4-glucoside, quercetolo-3-galattoside), si impiega anche nel trattamento della ritenzione idrica ed edemi. Il suo utilizzo risulta pertanto utile nel trattamento della cellulite, perché esercita azione vasoprotrettice sulle pareti dei vasi sanguigni e fluidificante del sangue, con effetto decongestionatesul sistema circolatorio.

Infine per le sue proprietà diuretiche depurative, che favoriscono l’eliminazione delle scorie metaboliche (scorie azotate, acidi urici, zuccheri, trigliceridi), che intossicano l’organismo e trattengono il liquidi è efficace nel trattamento del diabete, dell’obesità e dell’ipertensione.

 

Modalità d’uso

INFUSO
É bene ricordare che per la preparazione dell’infuso, non bisogna utilizzare l’acqua bollente (ma calda) perché l’acido salicilico è termolabile e si distrugge col calore.
1 cucchiaio raso sommità fiorite di spirea, 1 tazza d’acqua
Versare la miscela di foglie e fiori nell’acqua calda e spegnere il fuoco. Coprire e lasciare in infusione per 10 min., quindi bere per alleviare di dolori articolari, stati influenzali o infiammatori.

2 capsule o compresse di estratto secco prima dei due pasti principali

 

 

Cenni storici

Il nome botanico deriva dal greco speira, perché la forma dei frutti è a “spirale“.

Era una delle erbe sacre maggiormente tenute in considerazione dai Druidi, ma non è noto se veniva anche usata per le sue proprietà medicamentose.

Nel Rinascimento, la spirea è stata per lungo tempo un rimedio popolare in molti paesi europei, poi cadde nell’oblio, finché fu riabilitata da un prete di campagna, per i successi ottenuti contro l’idropisia o eccesso di umori linfatici, secondo la Teoria Umorale di Ippocrate.

L’importanza terapeutica di questa pianta divenne notevole quando intorno al 1845, Hermann Kolbe riuscì per primo a isolare l’acido salicilico, per distillazione dai fiori. Il 6 marzo 1899 unendo il prefisso “a-” (per il gruppo acetile) con “-spirina” (dalla spirea, da cui si ricava l’acido salicinico), fu brevettato dalla Bayer con il nome “aspirin“, il principio attivo di acido acetilsalicilico per essere messo in commercio.

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “SPIREA – SPIREA ULMARIA”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Nota bene

Le piante, i loro estratti e più in generale i prodotti erboristici e gli integratori alimentari non sono medicinali ne prodotti curativi e pertanto ad essi non vengono riconosciute dalla legge proprietà terapeutiche o capacità di cura delle malattie umane. Per tale ragione tutte le notizie e le informazioni qui riportate, in particolare quelle riguardanti dosaggi, posologie, descrizioni e relative proprietà attribuiti ai prodotti, non sono consigli medici ma bensì hanno unicamente finalità divulgativa e informativa di tipo culturale, botanico, storico o salutistico e sono riferite alla bibliografia qui riportata. Tali informazioni non necessariamente traggono origine da dati scientifici clinicamente dimostrati, ma posso provenire anche solamente dall’uso erboristico tradizionale o da ricerche empiriche non confermate scientificamente, senza un’adeguata verifica della corrispondenza tra gli studi su singole piante o ingredienti e le reali attività degli stessi sull’uomo. Per questi motivi le informazioni qui riportate non possono sostituire in nessun caso il parere del medico o di altri operatori sanitari legalmente abilitati alla professione, non devono essere utilizzate per assumere decisioni riguardanti la propria salute, eventuali terapie mediche o assunzione di medicinali. Gli integratori non sostituiscono in nessun caso una dieta equilibrata ed uno stile di vita sano e controllato. In caso di sensibilità o allergie a specifici ingredienti è indispensabile richiederci previamente all’acquisto, tramite e-mail, conferma degli ingredienti o dell’INCI riportato sul sito per sincerarsi che non vi siano state modifiche successive, non ancora aggiornate. In caso di disturbi, patologie o allergie consultate sempre prima il vostro medico curante.